Vivaismo

E’ accertato che i primi orti coltivati a piante ornamentali siano stati avviati in spazi all’interno delle mura urbane. Nel 1851 si tiene l’esposizione Pistoiese d’Orticoltura nei locali dell’ex convento del Carmine con l’apprezzamento del Granduca di Toscana.

Il termine Vivaista compare nel 1899 nell’Elenco Ufficiale dei Premiati della “Esposizione Circondariale per l’Orticoltura e la Floricoltura di Pistoia” da cui si desume che la categoria abbia acquisito una precisa connotazione professionale.

Dal 1921 al 1949 il vivaismo pistoiese conosce un grande sviluppo e passa dai 200 ettari coltivati nel 1920 ai 400 del 1948.

Negli anni ’70 le aziende pistoiesi introducono nuovi miglioramenti strutturali e di organizzazione della produzione, in particolare la coltivazione in contenitore assume dimensioni crescenti con un vero e proprio “boom” negli anni ’80.

La Toscana, di cui Pistoia è il cuore, è da considerare la prima regione florovivaistica d’Italia e forse d’Europa.
Il vivaismo di piante ornamentali è espressione di un’agricoltura moderna e dinamica che nel terzo millennio non ha più solo il compito di produrre generi di sostentamento, ma deve saper creare bellezza e benessere.

Vestire il Paesaggio è nato con la finalità di proporre da Pistoia idee innovative per la progettazione e la produzione a riconoscimento di un settore che incide fortemente nella qualità della vita e incrocia tematiche quali ambiente, turismo pianificazione territoriale e cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *